Chi siamo

AMOR: associazione di medici volontari che si occupa di ricerca e ossigeno-ozono nella terapia gratuita di malattie oncologiche

Scarica il percorso di cura per capire come accedere alle terapie gratuite per malattie  oncologiche:

Per comprendere CHI SIAMO, abbiamo deciso di parlarvi del fondatore e presidente della onlus il Prof. Carlo Luongo. La sua esperienza è fondamentale per le nuove leve al fine di imparare le proprietà eccezionali dei gas medicali.

La medicina ha fatto cosi tanti progressi che ormai nessuno è più sano…
bisogna ritornare alla natura!

prof. Carlo Luongo

Carlo Luongo il 9/9/46 da un’ umile famiglia di commercianti, primo della sua famiglia a Laurearsi. Personaggio curioso, intraprendente, ambizioso.

Nel 1973 da tirocinante si appassiona ai gas medicali e al ruolo fisiopatologico dell’ossigeno e come da questa molecola derivi la vita..

Nel 1978 inaugura all’Università di Napoli il servizio di terapia iperbarica; è il primo in Italia, dove il dottor Luongo è Aiuto del servizio di terapia iperbarica. Da questo momento hanno inizio i primi studi accompagnati da scrupolose ricerche.

NEL 1980 il dott. Luongo diventa ricercatore; con il terremoto dell’Irpinia, grazie al Servizio di terapia Iperbarica, tantissimi terremotati, estratti dalle macerie, affetti da sindromi da schiacciamento (CrushSyndrome),si salvano grazie alla dedizione e alla cura del Prof. Luongo edella sua equipe.

Molti personaggi famosi nell’ambito dello sport furono trattati dal Prof Luongo presso il servizio di Terapia Iperbarica, come Diego Armando Maradona, Patrizio Oliva, Daniel Bertoni.

Molte sono le patologie che per primo il prof Luongo ha studiato con Ossigeno terapia Iperbarica (OTI): sindrome di Lyell (da cui ebbe un encomio dall’università americana, Insufficienza feto placentare IUGR, ipertensione endocranica benigna IEP).

Nel 1986, dopo il primo convegno della SIOOT che si tenne a Bergamo,riuscì ad ampliare il servizio di Terapia iperbarica con attrezzature dell’ozono terapia.

Nel 1990 la Direzione Sanitaria dell’AOU SUN certificò che l’ozono, come gas terapeutico, cura bene anche molte patologie, completando le indicazioni dell’OTI.

Nel 2003 nasce l’ambulatorio di ossigeno ozonoterapia e un corso di perfezionamento che si trasformò in Master di 2 livello teorico pratico, aperto a medici chirurghi, veterinari e odontoiatri. primo ed unico in Italia.

I Trent’anni trascorsi sono serviti a curare molti pazienti, a capire molti meccanismi d’azione.I primi studi fatti negli anni 90 con il prof Giunta e il prof Coppola dell’istituto di Medicina Interna e Geriatria dimostreranno come l’ozono aumenta l’ossigenazione e la vascolarizzazione dei tessuti.

Negli anni 90 gli studi fatti con l’Istituto di Microbiologia dimostreranno il grande potere antimicotico, antimicrobico e viricida dell’ossigeno ozono, fino ad arrivare agli studi con il Dip. di Farmacologia dove è stato studiato l’effetto che l’Ossigeno Iperbarico e Ozono Terapia ha come protettore d’organo, effetto antiinfiammatorio ed analgesico.

Tantissime pubblicazioni sono state scritte dall’equipe della Seconda Università degli Studi di Napoli diretta dal Prof Luongo, ma tutto questo non è bastato a convincere chi gestiva la sanità ad inserirla fra le prestazioni del S.S.N.

Il pensionamento del Prof Luongo,lo ha spinto a creare una Fondazione “Maria Guarino Onlus AMOR”. Il nome della Fondazione è dedicato a Maria Guarino, grande donna dalla tenace e forte personalità, guida per tanti nella vita e in ambito culturale, letterario nonché compagna di vita e moglie del Prof Luongo, esempio di nobiltà,vittima anch’ella del cancro.

L’obiettivo della Fondazione è continuare a studiare, a ricercare le ampie opportunità di questi gas, finanche nella malattia oncologica, dove tanti lavori scientifici evidenziano come questa patologia derivi da un ambiente ipossico (povero di ossigeno) a livello cellulare. Le nostre prime esperienze evidenziano un grande miglioramento della qualità di vita, un potenziamento della chemio/radioterapia, e una riduzione degli effetti collaterali che questi farmaci creano.

Gli studi successivi della Fondazione saranno focalizzati a verificare se l’ozonoterapia potrà diventare curativa per il tumore.

Dare una speranza concreta di dignità e di qualità di vita in regime gratuito a tanti piccoli, grandi guerrieri che combattono questa lotta ogni giorno in ogni parte del mondo.